Fuorisalone 2019: la guida ai vari distretti

Come ogni anno, abbiamo radunato le informazioni principali riguardanti gli eventi in programma per il Fuorisalone di Milano, una realtà in continua evoluzione, popolata da distretti del design consolidati, da altri recenti o che si presentano per la prima o la seconda volta, mentre altri sono scomparsi.

5VIE

Torna per il sesto anno consecutivo il distretto 5Vie, che quest’anno celebra anche i 180 anni di Siam, Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri che, proprio in una di queste cinque vie, ha la propria sede, al civico 18 di via Santa Marta.
L’edizione 2019 del distretto 5vie è dedicata al lavoro di Ugo La Pietra. Sua sarà la mostra Design Territoriale, Genius Loci, in via Cesare Correnti 14.
Tra le vie più strette e antiche di Milano tantissime le location: i cortili di via Santa Marta 15 con il laboratorio di ceramica Paravicini, Oratorio della Passione di Sant’Ambrogio.
Per la prima volta apre anche la Chiesa di San Bernardino alle Monache in via Lanzone.
In zona Sant’Ambrogio da non perdere una visita alla galleria di Rossana Orlandi (via Bandello 14).
Anche quest’anno ci sarà la Design Pride di Seletti: mercoledì 10 aprile, il corteo partirà alle ore 18 da Piazza Castello (angolo via Minghetti) e si concluderà in Piazza Affari.
In piazza della Repubblica 13, l’hotel ME Milan Il Duca ospita, in occasione della design week, “The Culture Collective x Zaha Hadid Design“, una mostra che celebra il vasto repertorio di creazioni firmate dalla regina dell’architettura e dal suo studio londinese, realizzate in collaborazione con alcuni dei brand più noti al mondo. La mostra, fino alla fine di aprile, esplora i campi interconnessi dell’architettura e del design di prodotto.
Palazzo Litta – altro indirizzo imperdibile del distretto 5vie: The Litta Variations (corso Magenta 24).

ALCOVA

Alcova, istituzione culturale itinerante nata da un’idea di Space Caviar e Studio Vedèt torna per il secondo anno con due location trasformate in spazi temporanei per mostre, conferenze, proiezioni e installazioni che coinvolgeranno oltre una dozzina di partner provenienti da altrettanti paesi.
Alcova si trova nell’ex fabbrica di panettoni di G. Cova & Co., a nord di Loreto, un ex-spazio industriale in parte occupato da piante e vegetazione, congelato in uno stato di semi-abbandono poetico.
Alcova Sassetti, organizzata in collaborazione con Alice Stori Lichtenstein e Fondazione Kenta, attiverà un ex stabilimento di cashmere degli anni ’30 nel quartiere Isola perfettamente conservato.
Insieme, questi due siti diventeranno una piattaforma per designer, istituzioni, gallerie e aziende che lavorano sui temi come la vita contemporanea, la cultura del design, i materiali e l’innovazione tecnologica.

BRERA DESIGN DISTRICT
Tante le novità presentate dal Brera Design District a cominciare dalla data di apertura: quest’anno gli eventi del Fuorisalone nella zona di Brera cominceranno lunedì 8 aprile (e non il 9 come per tutte le altre zone di Milano), mentre alcune presentazioni saranno anticipate al fine settimana precedente.

Tra gli indirizzi da non perdere c’è via Palermo 1. Qui il Brera Design Apartment (3° piano) sarà allestito da Cristina CelestinoPlanetario è il suo progetto ispirato allo spazio e al mondo sottomarino, che reinterpreterà la moquette come materiale contemporaneo in un allestimento con sculture luminose. Sempre in via Palermo 1 anche The Socialite Family, un appartamento “parigino” a Milano, e ancora PalermoUno, la casa-galleria che ospiterà un nuovo allestimento e Le Botteghe su Gologone, una collezione che intreccia il design contemporaneo con le tradizioni della Barbagia sarda.
Un altro indirizzo da visitare è via Solferino 11, qui tra Dimore Studio, Boffi e Paola C, l’invito è perdersi tra location temporanee e showroom.
Tra gli eventi più attesi c’è il debutto del brand olandese Moooi nel Brera Design District nella location della Mediateca Santa Teresa (via Moscova 28) e ancora Artek (via Lovani0 6), HEAD, Haute école d’art et de design di Ginevra (via Goito 7), Hem (corso Garibaldi 117), Maisons du Monde (via Palermo 16), MT Masking Tape (via Ciovasso 17), DcomeDesign Reloaded (Biblioteca Umanistica di Santa Maria Incoronata, corso Garibaldi 116), Memphis (Largo Treves 5).
Tra le location da non perdere: La Permanente, Palazzo Cusani, Palazzo Clerici, l’Orto Botanico e l’Accademia di Brera.
A tutti gli appassionati, Marimekko torna in città: appuntamento al P5Apartment, via Palermo 5.

CASCINA CUCCAGNA

Per il FuoriSalone 2019 De Rerum Natura torna in Cascina Cuccagna dal 5 al 14 aprile 2019 con il titolo “Rinascimento”.
Due le novità di quest’anno: la mostra Design Collisions – The power of collective ideas”, una piccola esposizione che mette insieme grandi idee create in comunità per la comunità, e la mobility partnership siglata con MiMoto, il servizio di scooter sharing elettrico che sarà a disposizione di visitatori e giornalisti durante l’evento.
A 500 anni dalla morte del genio simbolo della rinascita culturale del nostro paese, Leonardo, Cascina Cuccagna propone una riflessione sui pensieri progettuali contemporanei che, in nome di una ritrovata armonia tra uomo e natura, indagano futuri possibili e sostenibili.

ISOLA DESIGN DISTRICT

Scienza, ricerca, storia, economia circolare: sono alcuni dei settori che Isola Design District si propone di affrontare sotto il grande cappello di Unlimited Design. La concezione di design si amplia fino a incontrare altri settori, e a fondersi con essi. A partire dalla realtà aumentata, grande novità del FuoriSalone di Isola 2019, che troverà la sua massima espressione al Milan Design Market di via Pastrengo 14, la mostra-mercato curata da Elif Resitoglu quest’anno dedicata al tema Find the lost City. Alla sua terza edizione, il design district di Isola 2019 si amplia fino a comprendere via Farini, viale Stelvio e il palazzo della Regione di via Melchiorre Gioia, mantenendo però il fulcro alla Stecca 3.0, in via de Castillia 26, dove verrà allestito un vero e proprio Design Village.
LAMBRATE DESIGN DISTRCT

Tra gli appuntamenti più interessanti segnaliamo Din – Design In, mostra collettiva organizzata da Promotedesign.it in via Massimiano 6 / via Sbodio 9, che darà voce ai progetti di più di 100 designer, aziende e scuole di design.
In Via Conte Rosso 34 – angolo Via Ventura avranno luogo una serie di workshop su sostenibilità e upcycling a sostegno del lancio di Trash2Treasure, piattaforma online volta a connettere le aziende con i creativi, come appunto i designer, che sono in grado di dare nuova vita a ciò che altrimenti resterebbe un rifiuto.
L’Elettrauto di via Ventura ospiterà S(WE)design, un cluster di designer svedesi attivi nei campi di product design, fashion e jewelry.

PARENTI DISTRICT ART & DESIGN

Il Teatro Franco Parenti lancia il Parenti District Art & Design, un nuovo distretto compreso tra Piazza Medaglie d’Oro e Porta Vittoria che si propone di accendere una sinergia tra le arti performative e il mondo dell’arte e design.
Nella Palazzina dei Bagni Misteriosi sarà allestita la mostra Immersione Libera, un progetto di Marina Nissim, mostra collettiva delle opere di dodici giovani artisti italiani pensate per fondersi con lo spazio circostante e favorire il coinvolgimento dei visitatori.
Negli spazi outdoor della piscina gli allestimenti saranno curati da MoscaPartners che presenterà le installazioni Around the water.
La Galleria Blanchaert si occuperà dell’allestimento dei vari spazi interni al teatro Franco Parenti, presentando le installazioni raccolte sotto il titolo Reflected Reflections: sei designers/artisti produrranno attraverso l’uso di diversi materiali, opere ispirate all’acqua, la trasparenza, lo specchio e la loro interazione dinamica con l’ambiente.

PORTA VENEZIA IN DESIGN

bellissimi palazzi di Corso Venezia saranno ancora location per eventi durante il Fuorisalone: Palazzo Bovara, Palazzo Bocconi, Palazzo Serbelloni, Villa Mozart – ospiterà ancora la mostra Doppia Firma, l’ex seminario Arcivescovile…
All’Istituto dei ciechi (via Vivaio 7) torna Wonderglass e quest’anno con una collezione firmata da Nendo.
Porta Venezia in Design, nato per dare luce ai luoghi, visibili e nascosti di questo quartiere milanese, si sviluppa secondo tre percorsi principali: le novità design in showroom, negozi, studi di architettura e design e spazi temporanei; il circuito di locali e ristoranti food&wine; i tour Liberty organizzati in collaborazione con il FAI – Fondo Ambiente Italiano.

LA REPUBBLICA DEL DESIGN

Si chiama La Repubblica del Design il nuovo design district presentato a Milano per il questo Salone del Mobile 2019.
Con le sue 40 location interessa tutta la zona Bovisa-Dergano, che se grazie alla sede del Politecnico Bovisa è una delle aree di Milano più strettamente connessa al mondo del design e della progettazione, è sempre rimasta fuori dai classici circuiti della design week di Milano.

TORTONA ROCKS

Fare design contemporaneo significa progettare stili di vita sostenibili: è questo il fil rouge che lega tutto il progetto di Tortona Rocks per il FuoriSalone 2019, che si somma agli altri eventi del FuoriSalone 2019 di Zona Tortona, quest’anno più vivace che mai: il grande ritorno di Ventura Projects da Base, Superstudio e Ikea negli spazi della Torneria.
Tortona Rocks 2019 coinvolge 20 progetti, 60 designer e 50 aziende per un distretto della Milano Design Week che si sviluppa tra via Tortona, via Savona e via Bergognone, concentrandosi su due temi principali: le nuove identità del design, che guarda al mondo ma sviluppa inevitabilmente un genius loci locale, e i nuovi scenari tecnologici introdotti dall’intelligenza artificiale e dalla robotica, con un focus sull’automotive.

VENTURA FUTURE

Organisation in Design festeggia il decimo compleanno di Ventura Projects, e dopo aver rigenerato aree urbane come i capannoni di Ventura Lambrate o i tunnel della Stazione Centrale, ritorna tra i 12.000 mq dell’ex complesso industriale Ansaldo, diventato nel frattempo, dopo tre anni di lavori, BASE, un vivace hub culturale in zona Tortona.
Nasce da questo ritorno alle origini sull’onda della rigenerazione urbana, il progetto di BASE Ventura Projects per la Design Week 2019.
Un format che a detta stessa degli organizzatori porterà poche risposte e tante domande, quesiti sul presente celati in interessanti sperimentazioni e riflessioni contemporanee a cavallo fra design, società e apprendimento.

VENTURA CENTALE

Per la sua terza edizione Ventura Centrale raddoppia il numero di location animando ben 16 magazzini nascosti sotto la Stazione Centrale di Milano con le creazioni in vetro e ceramica della giapponese AGC, le luci LED in continua crescita diTakt Project, una suggestiva installazione sonora firmata da Yamaha, tre stanze d’artista ispirate all’opera Una Stanza Tutta Per Sé di Virginia Woolf e una speciale installazione di Maarten Baas.
Questi sono solo alcuni degli eventi e dei luoghi che tra poco animeranno la design week milanese. A voi la scelta!

“A Castiglioni”, la mostra alla Triennale di Milano fino al 20 gennaio 2019

Nel centenario della nascita di Achille Castiglioni (1918-2002), la Triennale di Milano dedica al maestro del design una vasta mostra monografica allestita e curata da Patricia Urquiola, sua allieva al Politecnico di Milano, con la collaborazione di Federica Sala.

A Castiglioni non è una mostra cronologica, né un allestimento univoco e temporalmente lineare, ma un percorso nel quale la ricca mole di materiali – mobili, lampade, utensili, progetti di allestimento e di architettura, fotografie e prototipi – è organizzata in gruppi, o cluster, che costituiscono i punti di incrocio di una rete concettuale, generando così traiettorie e rimandi che ogni visitatore può scoprire liberamente.
Punto centrale del suo lavoro è l’ironia, il divertimento, il non prendersi troppo sul serio, anche quando si prendono molto sul serio le cose che si fanno, perché, come diceva il maestro «l’importante è sapersi prendere in giro come faceva Jacques Tati e anche non metterla giù troppo dura con questo design, prendere la società com’è».

Ed è per questo che realizza un cappello con uno stampo da budini, disegna lampade come animali da compagnia, costruisce un portavasi come un dinoccolato personaggio. Immaginazione, sentimento, commedia. Tutto questo è contenuto nella su arte gaia e garbata, come si legge alla mostra. Castiglioni progetta giocando. L’ironia è l’atteggiamento che gli consente un approccio alla realtà libero nell’esercizio del dubbio, per trovare ogni volta l’entusiasmo della creazione.

L’eredità del suo approccio progettuale, sempre connotato dalla curiosità e dal divertimento che ha portato a una attività multiforme nel design di prodotto, negli allestimenti, nell’insegnamento – prima al Politecnico di Torino e poi al Politecnico di Milano – è custodita dalla Fondazione Achille Castiglioni, ospitata nel suo storico studio di piazza Castello. Qui l’obiettivo è quello di catalogare, archiviare, digitalizzare progetti, disegni, foto, modelli, video, frutto di oltre 60 anni di attività, svolta prima con i fratelli Livio e Pier Giacomo, poi dal 1968, da solo.
Achille Castiglioni ha progettato più di 400 allestimenti temporanei per mostre e fiere e ha lavorato con innumerevoli aziende di settore, tra cui Alessi, Brionvega, B&B Italia, BBB Bonacina, Cimbali, Danese, Driade, De Padova, Flos – alla quale come designer è storicamente legato sin dalla nascita dell’azienda – Cassina, Moroso, Knoll International, Kartell, Zanotta.

Vedendo la mostra si capisce come al centro dei suo metodo progettuale ci sia sempre la relazione fra l’oggetto e le persone che lo useranno.
Nei progetti di interni domestici gli oggetti sono scelti e collocati nello spazio in relazione ai movimenti delle persone, a prescindere dallo stile, ma con grande eleganza), con un approccio informale molto attuale.

Specialmente nei progetti di lampade, ma non solo, è chiarissima la volontà di arrivare a soluzioni che rispondono a utilizzi ben precisi: come deve essere fatta una lampada per leggere un libro stando seduti in poltrona? E una per illuminare il piano di tavolo, se quel tavolo un giorno verrà spostato?

“Ancora più del famoso “componente principale di progettazione” – concetto ripetuto come un mantra a noi studenti durante i suoi corsi al Politecnico di Milano” – dichiara Patricia Urquiola, “ancora più dei singoli prodotti, ciò che colpisce, ed è ancora attuale di Castiglioni, è proprio la capacità di trovare soluzioni solo apparentemente “semplici”, che dichiarano tutta l’ attenzione per il rapporto fra gli esseri umani e le cose della quotidianità. Un’ attitudine che non ha perso un grammo del suo valore, e che nell’era del design ridotto ad immagine iconica, condivisa a milioni fra gli utenti di Instagram, apre infinite possibilità di discussione”.
Fino al 20 gennaio, vale la pena di andarla a visitare per stupirsi e divertirsi e dove possibile interagire con gli allestimenti, come avrebbe voluto Castiglioni.

Vendita promozionale De Padova: 16, 17, 18 novembre

Ce ne avete chiesto notizia in molti, ci fa quindi piacere segnalarvi che torna la vendita promozionale De Padova, dal 16 al 18 novembre, a Vimodrone.
Cucine, bagni, divani, letti, tavoli e complementi d’arredo provenienti da servizi fotografici, fiere e showroom.
Vendita in anteprima:
VENERDì 16 NOVEMBRE 10.00 – 19.00, ORARIO CONTINUATO
SABATO 10.00-19.00, ORARIO CONTINUATO
DOMENICA 10.00 – 18.00, ORARIO CONTINUATO

Dove:
STRADA PADANA SUPERIORE, 280, ANG. VIA BENEDETTO CROCE – VIMODRONE (MI) MM2 CASCINA BURRONA

Sul nostro ShopxAll è presente un imperdibile tavolo prodotto dall’azienda, disegnati da Vico Magistretti Beyle.
Contattateci per maggiori informazioni!

Cersaie 2018 parte 2: considerazioni sulla fiera e le novità per il bagno

Visitare il Cersaie ogni anno è un piacere. Qui si trova sempre tempo per parlare e a capire meglio i nuovi prodotti esposti che, rispetto al Salone del Bagno di Milano, non sono più prototipi, ma quasi sempre prodotti già in vendita o almeno entrati in produzione. Visto che la concorrenza di Milano non dorme mai, a Bologna si lotta per ogni espositore e visitatore.

Quest’anno è scattata una collaborazione con le ferrovie italiane, che ha permesso ai visitatori di viaggiare in modo più comodo ed economico, usando l’ente fiere per l’acquisto dei biglietti e gli appositi pratici shuttle collegando la fiera alla stazione.

Sono stati inaugurati anche tre nuovi padiglioni, ampliando così lo spazio espositivo di 5.000 m2. Ed è proprio in questi padiglioni che sono state esposte le novità del bagno, permettendo così alle aziende di presentarsi con stand più scenografici ed interessanti.

Da Flaminia si entrava in un modo tutto firmato Giulio Cappellini, colorato e con musiche rock, un percorso che raccontava l’azienda, dove si vedevano nuove finiture e colori, ma anche delle collezioni completamente inedite. La nuova linea Madre è una rivisitazione del vecchio bagno con forme classiche di un tempo che vengono proposte in bianco, ma anche in un elegante nero.

Flaminia

Lo stand Treemme sembrava un paradiso per bambini. Le passarelle dello stand si estendevano su vasche, tutte piene di coccodrilli gonfiabili. La divertente e ludica scenografia faceva da cornice a tante nuove finiture di rubinetti: una maniglia brillante e finiture d’oro per i clienti più stravaganti e finiture più sobrie, dal rame al nero, per progetti contract e dimore private.

Da Ideagroup si trovavano invece vari ambienti bagno, tutti caratterizzati da uno stile elegante e sobrio. Nuovi mobili, ma anche vasche e docce nonché piatti doccia, per le quali l’azienda ha saputo usare al meglio i vari materiali, dal legno al metallo, dal fenix alla resina.

Ideagroup

Jacuzzi ha scelto proprio il Cersaie per presentare la sua nuova vasca wellness. Si chiama Arga, con forma ovale e getti d’acqua colorati nonché la possibilità di mantenere inalterata la temperatura. La sua caratteristica principale però è una vaschetta integrata, dove poter inserire dei sali. E non solo! Con Arga Jacuzzi ha presentato anche una collezione di sali wellness creata apposta che promettono benefici di ogni genere: rigenerazione, leggerezza ed equilibrio, rivitalizzazione grazie a magnesio e la vitamina B e un ringiovanimento totale.

Jacuzzi

Purtroppo quando ero da Jacuzzi è arrivata anche l’ora di rientrare a Milano. Anche se il mio ringiovanimento è stato per ora rimandato, mi è stato chiaro, che anche quest’anno né è valsa la pena una visita al Cersaie. E’ una fiera che rispecchia quelle tendenze del design e della moda che si possono veramente comprare e inserire in un bagno. E quest’anno ho trovato molto rosa – non solo nei rivestimenti, ma anche nei mobili, nei sanitari e perfino nei rubinetti in versioni rosa-oro, forme retro in bianco e nero, e l’intramontabile prodotto wellness, firmato appunto Jacuzzi.

Martina Winkler

Ottobre: due fine settimana di vendita speciale Flou

Questo mese di ottobre offre davvero tante opportunità a chi desidera acquistare oggetti di arredo a prezzi scontati. Seguiteci!
Oggi parliamo di Flou e della sua vendita speciale di armadi, letti, materassi, complementi d’arredo, coordinati copripiumino, plaid, tessuti a metraggio.
Queste le date:
venerdì 19, sabato 20, domenica 21 ottobre 2018
venerdì 26, sabato 27, domenica 28 ottobre 2018
Orari:
venerdì 9/12.30 e 14/19
sabato e domenica 9/19 continuato
Indirizzo:
FLOU via Cadorna, 12 – 20821 Meda MB
www.flou.it per info numero verde 800 829070