Praticare Yoga a casa. Come creare lo spazio adatto e la giusta atmosfera

Chi è appassionato di yoga, sa bene quanto sia importante praticare con regolarità questa disciplina, sia per migliorare più velocemente la tecnica che per sviluppare una maggiore conoscenza di se stessi.
Ma sa anche come spesso sia difficile trovare il tempo per frequentare costantemente le lezioni tra i mille impegni della vita moderna.
Ecco quindi che diventa necessario ritagliare uno spazio per lo yoga anche a casa, per esercitarsi comodamente in qualunque momento libero sulle basi degli insegnamenti ricevuti a lezione.

UN’OASI DI PACE

Spazio casa YogaPiccolo o grande che sia, lo spazio domestico dedicato allo yoga deve possedere l’armonia necessaria per trarne beneficio a livello fisico e mentale.
Deve quindi trattarsi di una zona della casa silenziosa e tranquilla, sufficientemente ampia da permettere di eseguire tutte le posizioni.
Deve inoltre essere libera, ordinata, pronta da utilizzare, e possibilmente vicina ad una finestra per fare entrare la luce naturale.
Molto rasserenante anche la presenza di materiali naturali (ad es. il legno) e l’utilizzo dei colori (del sole, della terra, del cielo, dell’acqua).
Ma, soprattutto, è fondamentale lasciare fuori cellulare, pensieri e preoccupazioni: il mondo può aspettare.

GLI STRUMENTI

Secondo Rodney Yee, il celebre istruttore americano di yoga, “Gli attrezzi più importanti di cui hai bisogno per fare yoga sono il tuo corpo e la tua mente”.
Difficile non essere d’accordo su un piano spirituale, ma sotto l’aspetto prettamente pratico non si può prescindere dall’utilizzo di un tappetino,
meglio se di tipo professionale.
Un po’ come le scarpe per il runner, il tappetino è lo strumento necessario su cui conviene investire qualcosa in più per praticare al meglio, soprattutto per evitare di scivolare se si suda molto.
In commercio ne esistono di vari tipi, differenti per qualità dei materiali, spessore, leggerezza e durevolezza. Ecco una selezione dei modelli migliori (più un’idea per una borsa a tracolla e un’altra per un insolito porta-tappetino)

Ikea Variera

Ikea Variera, non solo un dispenser per sacchetti di plastica

Qui puoi inoltre trovare altri accessori utili per praticare lo yoga, come i supporti per aggiustare le posizioni, cinghie, ecc.


LA GIUSTA ATMOSFERA

Un tappetino è il minimo indispensabile per iniziare, ma proseguendo nella pratica probabilmente nascerà la voglia di allestire il proprio spazio yoga con altri elementi che diano sensazioni di serenità e benessere.

Semaforo “verde” per le piante che, oltre a purificare l’aria (tra le più efficaci il Ficus,
Stanza Yoga Decorl’Edera, l’Aloe, la Dracena e il Pothos), secondo alcune ricerche hanno anche influssi benefici a livello fisiologico e psicologico, contribuendo a ridurre la pressione sanguigna e lo stress.

Si possono rappresentare simbolicamente anche gli altri elementi naturali come il fuoco, con qualche candela accesa, e l’acqua, con una piccola fontana ornamentale o riempiendo una semplice ciotola, e aggiungendovi dei fiori.

L’aromaterapia è un’altra componente di grande effetto.
Via libera quindi a fornelletti o diffusori di olii essenziali e agli incensi.
Consigliamo questi prodotti per il buon rapporto qualità-prezzo:

Abbiamo detto che la luce naturale è l’ideale, ma potremmo aver bisogno di un po’ di luce artificiale soffusa per la pratica mattutina o serale o per una zona un po’ buia della casa.
Si può creare un punto luce aggiuntivo con una lampada di sale, che emette una luce ambrata, calda e rilassante, e che funge inoltre da ionizzatore naturale purificando l’aria.
A seconda dei propri gusti, se ne trovano di diversi tipi, nella classica forma oppure
nelle versioni palla di fuoco o braciere.

Anche la musica riveste un ruolo importante per amplificare l’esperienza Yoga.
Senza comprare nulla, cercando “Yoga music” su YouTube è possibile trovare numerosi brani strumentali, di durata più che sufficiente per coprire tutta la sessione di esercizi, da usare come sottofondo per rilassare la mente e il corpo.

Per concludere, come fonte d’spirazione si può applicare su una parete un Mandala (il motivo geometrico circolare che rappresenta simbolicamente l’universo), o collocare in un angolo le figure delle divinità indù o quella di Buddha.

Per approfondire e migliorare la pratica quotidiana può infine essere d’aiuto la lettura di libri sullo yoga. Ci sono testi di tutti i tipi, da quelli per principianti a quelli sulla filosofia, sull’alimentazione, sull’anatomia e via dicendo. Ecco una selezione dei migliori titoli:

Non ci resta quindi che augurarvi buona teoria e buona pratica!